Archivio dell'Arte Italiana

  • Cicuto Fulvio

  • Zanasi Cesare

  • Lupo Tina

  • Suardi Jone

  • Pezzutto Claudio

  • Beltrame Leonida

  • Pinter Laurìa

  • Ravagni Livio

  • Pinter Laurìa

  • Fugazza Arianna

  • Caraman Daniela

  • Tagliapietra Gianfranco

  • Pastello Viola

  • Boglia M.

  • Angelo .

  • Zin Alfio

  • Freschi Olga

  • Da Re Patrizia .

  • Fugazza Arianna

  • Ferratello Federico

  • Fantini Elena

  • Zaccaria Adriana

  • Iacuzio Gerardo

  • De Giovanni Giusy

  • Tanfoglio Alessio

  • Guerrisi Elena

  • Cupellini Claudio

  • Salvato Antonio

  • Caraman Daniela

  • Rodella Sergio
Artisti dalla A alla Z
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • VITERBO - SPOLETO "Forme e colore" Mostra Arte Contemporanea, 26 giugno/15 luglio 2018 Curatrice artistica ed organizzazione: Anna Rita Boccolini. VITERBO: 26 giugno/14 luglio 2018 Museo del Colle, Viterbo. SPOLETO: 29 giugno/15 luglio 2018 presso Atelier Doriano, durante il Festival dei due Mondi.

  • Le opere di Sergio Giromel (1952/2015) saranno esposte alla Rassegna di Arti Visive 2017/2018 "2° Cenacoli d'Arte - lungo la strada del Radicchio", inaugurazione sabato 14 aprile ore 18:00 presentazione della dott.ssa Roberta Gubitosi, Casa dei Mezzadri, Ponzano Veneto (Treviso).

  • Mostra d’arte di Bianca Beghin a cura di Elisabetta Maistrello, Castello del Catajo, Via Catajo, 1, Battaglia Terme (Padova). Vernissage domenica 13 maggio alle ore 17:00.

  • TERNI L'Archivio Monografico dell'Arte Italiana collabora con l'associazione artistica "I2colli" la quale organizza: "Arte è Donna - Festa della Donna" Mostra Concorso di Arte Contemporanea 10/19 marzo 2018 Museo Diocesano di Terni.

  • - Le opere "Rubik " e "Flavia" dell'artista Mauro Genova sono state ammesse al progetto "Collezione Cavallini Sgarbi- Artisti nelle storia".


Tutte le novità sul mondo dell'Arte
Sedi Espositive dell'Arte

Pittore | Galuppo Riccardo

Galuppo Riccardo nasce a Padova nel 1932 scomparso nel 2014 ha operato in Veneto nella specifica di Corrente figurativa .

Le opere di Galuppo Riccardo

Volo nella nebbia di Galuppo Riccardo
Volo di gabbiani di Galuppo Riccardo
Reti a colloquio di Galuppo Riccardo
Duna nel temporale di Galuppo Riccardo
Resti n°2 di Galuppo Riccardo
Vieri al tramonto di Galuppo Riccardo
Biografia
|
Critiche
|
Mostre
|
Informazioni
Riccardo Galuppo (Padova, 1932 - Padova, 05 maggio 2014) Pittore, grafico. Autodidatta.
Visse ed operò con grande passione a Padova – conseguendo premi e riconoscimenti nazionali ed internazionali – fino al 2014, anno in cui dovette interrompere la sua promettente avventura artistica e lasciando una grande perdita alla città di Padova. Artista che per decenni ha sorpreso il suo pubblico di collezionisti ed amatori d'arte, le sue opere continuano oggi ad essere al centro di numerose iniziative culturali, conquistano il mondo dell'arte contemporanea nazionale ed internazionale. Sue opere fanno parte di collezioni private, sono esposte in musei.
 
2013 - Antologica 
Padova - Galleria Cavour, Piazza Cavour, 
10 febbraio - 17 marzo 2013
 2013: mostra personale dell'artista Galuppo 




"Autoritratto" - 1985
olio su tela - cm 60x50
 
 
Verso di Ariosto Gheller per l'opera di Galuppo
"O Dio, fa che s'illumini
sui nostri mali immani
la speranza qual volo
candido sopra lugubre
procella di gabbiani!"

Ariosto Gheller




Verso di Dino Dinali per l'opera di Galuppo
"Non tele
finestre
grandi finestre spalancate
dove il colore
segna il profilo dell'anima
e la tenerezza
si consuma nelle ombre
Non tele
prismi di cristallo
dove la luce si frantuma
e il colore esplode
e fissa
l'ansia del pensiero
Tu sai aprire l'incanto del mondo
e ce lo rendi in canto
Grandi finestre spalancate
che ci regalano ricordi
mai avuti
e sempre sognati."
Dino Dinali


“Per una conoscenza compiuta e precisa di Riccardo Galuppo, uomo e artista, è d'obbligo un balzo nel tempo;  … All’età della prima giovinezza, quando inizia a dipanarsi netta la sua personalità, a delinearsi il suo stile. Temi suoi preferiti di questo momento sono le case di periferia, diroccate, dagli intonaci cadenti, i casoni della campagna padovana … E’ il tempo ancora delle scene di vita rurale, … degli attrezzi della campagna, … Periodo figurativo realistico, potremmo definirlo, ma già con un'impronta netta, precisa, con una fisionomia marcata, inconfondibile. Sono dipinti realizzati dopo una lunga e meditata gestazione, a volte con estrema immediatezza. …
Seguono .. i girasoli e nuovi oggetti poveri della casa povera, di memoria - si direbbe - pascoliana; quadri quest'ultimi per lo più andati perduti con l'alluvione del Sessantasei. 
Degli anna Sessanta sono ancora i primi cardi, questo straordinario vigoroso fiore, eternamente in lotta con le più diverse intemperie, che ha suscitato sempre come un senso di intima emulazione in Galuppo, inducendolo a disegnare i tratti mille volte, in mille modi diversi, con tonalità di perla, tinte fresche o riverberi luminescenti quali lamine d’argento. … All’affacciarsi del nuovo decennio l’artista padovano subisce il fascino di altro emblematico essere tipico di questo ambiente: i gabbiani, i Laridi dalle enormi bianche ali, puntigliosi e tenaci, che hanno per regno gli spazi tra acqua e cielo. ... Un ritorno alle piante registra di poi l'inizio del presente decennio. ”
Paolo Tieto
 
"Gabbiani e reti" - 1980

olio su tela - cm 90x100


Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 Mostre Artisti Italiani | Sviluppo siti web Milano