Archivio dell'Arte Italiana

  • ARTErie

  • ARTErie (foto 2)

  • ARTErie (foto 3)

  • ARTIca

  • ARTIca (foto 2)

  • ARTIca (foto 3)

  • In-forme

  • In-forme (figura 2)

  • In-forme (figura 3)

  • ANALisi

  • ANALisi (foto 2)

  • ANALisi (foto 3)

  • Liquefatta

  • Liquefatta (foto 2)

  • Liquefatta (foto 3)

  • Senzarti

  • Senzarti (foto 2)

  • Senzarti (foto 3)

Ricerca Artista per Cognome

Ricerca per Sezione
Ricerca per Regione
Ricerca per Categoria


Cerca artista: imposta uno o più parametri e fai click su
Artisti dalla A alla Z
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • FRANCIA - Grande evento domenica 15 luglio il pittore Renzo Gianella espone le sue opere all'Exposition Exclusive a Lacost (FRANCIA) per festeggiare il 95° compleanno di Pierre Cardin, solo 10 Artisti Italiani.

  • L'artista Renzo Gianella e l'artista Tarquinio Bullo espongono le loro opere nella nuova galleria DEM ART Gallery in via Dante n°8, Venezia-Mestre, inaugurazione venerdì 14 luglio ore 18,00 sono esposte opere di grandi artisti: Emilio Vedova - Lucio Fontana - Alexander Kanevsky - Andrè Bodin - Hermann Hesse, e altri.

  • L'artista Tarquinio Bullo presente con le sue opere ad Arte Fiera di Padova, 10/13 novembre 2017, padiglione 1, stand 265.

  • CANZO (Como) "Estate d'Arte 2017" tre personali di tre diversi pittori. - Palazzo Tentorio: espone Walter Pozzato. - Serra di Parco Barni: espone Daniela Porro . - Salone della Società Operaia: espone l'artista Roberto Testa.

  • Renzo Gianella espone le sue opere in uno stand (padiglione 1) della Fiera d'Arte Contemporanea di Padova, 10-13 novembre 2017.


Tutte le novità sul mondo dell'Arte
Sedi Espositive dell'Arte

Pittore Scultore Incisore | Moja .

Moja . nasce a Treviso nel 1973 opera in Veneto nella specifica di Corrente figurativa .

Per Informazioni: mojasculptor@libero.it

Le opere di Moja .

ARTErie di Moja .
ARTErie (foto 2) di Moja .
ARTErie (foto 3) di Moja .
ARTIca di Moja .
ARTIca (foto 2) di Moja .
ARTIca (foto 3) di Moja .
In-forme di Moja .
In-forme (figura 2) di Moja .
In-forme (figura 3) di Moja .
ANALisi di Moja .
ANALisi (foto 2) di Moja .
ANALisi (foto 3)  di Moja .
Liquefatta  di Moja .
Liquefatta (foto 2) di Moja .
Liquefatta (foto 3) di Moja .
Senzarti di Moja .
Senzarti (foto 2) di Moja .
Senzarti (foto 3) di Moja .
Biografia
|
Critiche
|
Mostre
|
Informazioni
Moja vive a Noventa Piave (Venezia).
Diplomato presso il Liceo artistico statale di Treviso e Laureto all’Accademia di Belle Arti di Venezia.

"La mia arte è un'intrecciarsi di pieni-vuoti, linea-volume, liscio-ruvido."
Moja - 
http://mojasculptor.com/
 
PRESENTAZIONE DELL’ARTISTA:
“Le mie opere si contraddistinguono dalla viscerale necessità di esaltare la bellezza del corpo della donna. La sinuosità della linea curva si relaziona assiduamente con la rigidità’ minimalista del supporto, parte inscindibile da essa. Il dualismo piedistallo-scultura viene evidenziato dall’intrecciarsi di pieni-vuoti, linea-volume, liscio-ruvido ma il tutto amalgamato dalla purezza del bianco. La mutevolezza della forma nello spazio crea visioni astratte o visioni organiche a seconda del punto di osservazione, la luce suggerisce letture diverse, metafore ed allusioni più o meno comprensibili.  I volumi vengono torniti dalla luce naturale creando il giusto equilibrio dei pieni con i vuoti, tra l’involucro e il suo contenuto, rapportando la forma esterna con la forma interna. La luce può accarezzare la liscia ‘’pelle’’ scultorea scivolando via, che la modella e l’avvolge morbidamente cercando la massima perfezione estetica o può  entrare nella porosità della ‘’pelle’ ’ruvida, superficie scabra, corrosa, ossea data dallo scalpellare nevrotico della materia creando infinite sfaccettature. Nel processo riduttivo della figura umana vengono meno i dati antropomorfici ma ancora riconoscibili, dalla testa ridotta alle minime proporzioni alla completa assenza di piedi e di mani. Il corpo scolpito suggerisce una pietra erosa dal vento ma levigata dall’acqua, il corpo può avere mutilazioni, vuoti e pieni per raggiungere il giusto equilibrio nello spazio scultoreo. Le forme arrotondate e vuote evocano la fecondità.
La mia rivisitazione della realtà è manifestata dal penoso senso di solitudine anche nei rapporti sessuali di figure scarnite fino all’osso in una sorta di lamento straziante, esseri dalle gambe e dalle braccia scheletriche.  I volumi cercano una propria autonomia e una propria identità durante l’atto scultoreo perché scolpiti senza un progetto preparatorio ma d’istinto per dare vita a un mondo onirico. Monconi di figure capaci di trasmettere un senso di smarrimento chiuse in un ermetico silenzio.”
Moja
 
Guarda il video delle opere di Moja


Moja attraverso una decisa capacità sperimentale intraprende una ricerca plastica in cui ogni sviluppo formale si riduce all’essenziale, sculture spoglie da suppellettili, ricche di sinuosità evidenziate da superfici levigate che delineano bellezza ed eleganza. La materia si contorce e si anima attraverso posture che s’innalzano o si racchiudono in composizioni arricchite da tensioni dinamiche. Le opere si ispirano ad aspetti della vita, analizzano l’inconscio e il desiderio più profondo dell’uomo, nelle molteplici espressioni di Moja si alternano, in un continuo confronto d’immagini, sentimenti ed azioni. Le sculture conquistano il mondo dell’arte contemporanea, Moja è grande conoscitore della materia, sviluppa un linguaggio scultoreo ricco di riferimenti e di sperimentazioni originali.
Archivio Monografico dell'Arte Italiana


"Penetrazione anale" - 2014
scultura - tecnica mista - 
cm 75x46x61 - fusione in bronzo - tiratura  1/11 









 
 
"Anima sola"
scultura
- tecnica mista - fusione in bronzo


 

 
   

 
"Sesso orale" - 2014
scultura 
- tecnica mista -  cm 85x57x37 - fusione in bronzo - tiratura da 1/11


 

 


_________________________________________________________________________________

LA PITTURA DI MOJA

Opere realizzate nell'anno 2017 dall'artista Moja 
         

         

L’artista Moja nell’anno 2017 sviluppa la sua creatività verso una nuova sperimentazione, una ricerca che apre nuove estensioni pittoriche giungendo ad un’espressione artistica ancor più materica-geometrica. L’artista sceglie uno sfondo per le sue opere, una base cromatica di notevole spessore pittorico con accenni sfumati che evidenziano forme incorniciate da marcature precise. Ogni forma è posizionata dall’artista attraverso una chiara struttura, Moja costruisce l’opera attraverso un alternarsi di pieni e di vuoti su superfici differenti che sembrano indicare l’altalenarsi delle emozioni; il colore cangiante sottolinea la limpidezza della struttura giungendo ad una personale forma artistica.
Per Moja l’arte diventa espressione di una comunicazione universale, luci e figure si fissano sulla tela in un'apparente staticità che acquisisce dinamismo attraverso una vibrazione cromatica originale. Le sue opere sono del tutto contemporanee, sono immagini simboliche che l’artista realizza manipolando con maestria la materia.
Archivio Monografico dell'Arte Italiana - aprile 2017
____________________________________________________

Moja, 
artista poliedrico, si contraddistingue anche in pittura per gli stili differenti che sceglie. Un percorso personale conduce l’artista Moja ad approfondire studi sul colore e sul disegno che gli permettono di realizzare opere figurative ma anche astratte-materiche o di stile rupestre. 
Con maestria tecnica e coloristica Moja realizza opere dal sapore materico, macchie cromatiche si concentrano in spazi definiti da forme, segni incisivi ed ondulazioni valorizzate attraverso una profonda ricerca che l’artista attua nelle tinte scelte evidenziando il rapporto che unisce l’armonia cromatica con l’energia individuale. 
Nell’opera pittorica Moja applica materiali di diversa qualità lasciando così spazio alla sua fervida creatività. I materiali diversi assemblati armoniosamente servono all’artista per giungere a diversificate forme d’arte contemporanea che conquistano l’osservatore. Le opere materiche acquisiscono una certa solidità, spesso l’artista Moja utilizza colorazioni monocromatiche che sembrano rappresentare gli universi insediati nella mente umana.
Nelle opere rupestri troviamo simboli concepiti dall’uomo preistorico, figure danzanti, ambientazioni rupestri sono rivisitate dall’artista Moja attraverso l'utilizzo di simboli del passato per descrivere la nostra società, una pittura descrittiva di un mondo vissuto nel nostro passato e nello stesso tempo una realtà ironica di una civiltà che corre verso un futuro imminente alla ricerca di nuove strategie commerciali e tecnologiche.
Nei ritratti Moja si concentra sul volto, semplifica la morfologia umana concentrandosi principalmente sulla forma della bocca e degli occhi che esprimono emozioni tormentate, angosce, inquietudini e sentimenti profondi. Un approccio quasi surreale per Moja che nella rappresentazione della figura sembra voler esprimere il vero aspetto dell’esistenza. I volti sono coperti da colorazioni precise, contrasti cromatici tagliano il volto che acquista luminosità attraverso l’uso del colore bianco. Nelle opere troviamo anche teste realizzate attraverso forme geometriche, sembianze umane che ricordano civiltà e culture differenti arricchite da colorazioni cangianti ben equilibrate senza sfumature.
Nelle opere troviamo raffinati effetti cromatici cui l’artista conferisce risalto particolare per evidenziare emozioni e stati d’animo, opere che diventano letture di metafore e psicologia della mente umana.
Silvia Maione Morlotti - Archivio Monografico dell'Arte Italiana - aprile 2016
 
"Alterazione" - 2015

tecnica mista - stile ritratti - supporto multistrato-juta - cm 41x61
 
"Danza della fertilità" - 2015

tecnica mista - stile rupestre - supporto multistrato-colla-sabbia - cm 43x64

"Doppia anima"

tecnica mista, stile rupestre - supporto multistrato-juta 
- cm 40x60

"N-art" - 2016

tecnica mista - cm 32x22

________________________________________________________________________________________

L'ARTE INCISORIA DI MOJA

Moja sviluppa la sua creatività anche nell’arte incisoria, ricerca e studio sono gli elementi principali che accompagnano l’artista nello sviluppo di diverse tecniche artistiche, stili che seguono periodi storici differenti contribuiscono a formare una produzione artistica di valido spessore.
Nelle incisioni Moja estende lo studio sulla figura comunicando il mondo interiore dell’essere umano.  
Nelle opere incisorie risaltano la profonda unione di tre componenti principali: l’entità fisica e materiale, le radiazioni luminose e la forza vitale che assemblate descrivono una realtà sostenuta da un mondo soprannaturale, il mondo dell’invisibile e dei sogni. 
Moja descrive il mondo notturno delle forme naturali che si animano nell’oscurità, alberi dalle sembianze umane, figure stilizzate vivono corteggiamenti e momenti intimi, inseguimenti e movimenti affiatati conducono le figure in una danza che anima boschi e cieli notturni.
Con abilità tecnica Moja descrive un gioco grafico di linee sistemate sulle lastre attraverso intrecci incisivi, spazi bui e segni luminosi generano atmosfere suggestive. Le figure surreali diventano simbolo di esistenza e di profonda ricerca antropologica.
Archivio Monografico dell'Arte Italiana - novembre 2016
 
 

incisione

 

incisione
 
 

incisione

 

incisione

Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 Mostre Artisti Italiani | Creative Studio