Archivio dell'Arte Italiana

  • Mestieri di una volta

  • Fiori di Anna per il mio compleanno

  • Fiori del perdono

  • C'era una volta

  • Regali d'autunno

  • Siesta

Ricerca Artista per Cognome

Ricerca per Sezione
Ricerca per Regione
Ricerca per Categoria


Cerca artista: imposta uno o più parametri e fai click su
Artisti dalla A alla Z
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • L'artista Tina Lupo (presto catalogata nell'Archivio Monografico dell'Arte Italiana) presente con le sue opere alla 1° Biennale internazionale del Mediterraneo, inaugurazione giovedì 9 marzo dalle ore 16.30, Palermo.

  • Bipersonale, mostra d’arte contemporanea "ART WALK 2017" espone l'artista Michele Nave, Palazzo Zenobio, Venezia inaugurazione sabato 18 febbraio dalle ore 11:00 alle ore 21:00.

  • L'Archivio Monografico dell'Arte Italiana collabora con la galleria di Londra Le Dame Art Gallery. Le Dame è l'unica Galleria d'Arte che si occupa esclusivamente di artisti contemporanei italiani a Londra, si organizzano mostre personali e collettive.

  • Presente con le sue opere l'artista Andrea Arnaboldi alla mostra "Paesaggi italiani" inaugurazione sabato 11 febbraio 2017. La Galleria Giuliani presenta la terza edizione di "Paesaggi italiani" presso l'ala privata del Castello Ducale di Fiano Romano (Roma).

  • Sabato 21 gennaio 2017 ore 18.00 inaugurazione della mostra: Maurizio D'Agostini "SENTIERI MISTERIOSI" Sculture, dipinti e incisioni a bulino. 21 gennaio-12 Marzo 2017. TheArtsBox - Contra’ San Paolo, 23, Vicenza.


Tutte le novità sul mondo dell'Arte
Sedi Espositive dell'Arte

Pittrice | Poli Bianca

Poli Bianca opera in Veneto nella specifica di Corrente figurativa .

Le opere di Poli Bianca

Mestieri di una volta di Poli Bianca
Fiori di Anna per il mio compleanno di Poli Bianca
Fiori del perdono di Poli Bianca
C'era una volta di Poli Bianca
Regali d'autunno di Poli Bianca
Siesta di Poli Bianca
Biografia
|
Critiche
|
Mostre
|
Informazioni
Bianca Poli nasce a Medicina di Bologna, vive e lavora ad Adria, provincia di Rovigo.
Fino al 1980 l’artista firma i suoi lavori con il cognome ‘Cavallari’, dal 1982 le sue opere sono firmate con il suo cognome d’origine Poli’.

Guarda il video delle opere di Bianca Poli  

  L'artista Poli
 

PENSIERO DELL’ARTISTA:
“Sulla tela ancor bianca la spatola segna un rigo tra cielo ed acqua, una manciata di terra, un cespuglio: appare una valle. La mano cerca il colore mentre il ricordo va ad un'ansa del fiume, ad un riflesso di sole su di un ciuffo di canne: e la spatola impazzisce per ripetere i riflessi, cogliere le sfumature, dosare l'intensità cromatica, comporre l'atmosfera, riprodurre il meraviglioso habitat della gente del fiume.
Ed in questa illusione essa pone la nostra gente operosa sull'acqua, sugli argini, nel terreno di valle: gente forse eguale, forse diversa, accomunata in un solo destino marcato dal sole e dalle nebbie, dalle piene e dalle stanche, dagli uccelli e dai pesci, dalle messi e dalle devastazioni.
Volti senza tempo perché la gente di fiume nella immutabilità delle generazioni non sa di antico né di nuovo. Più che volti senza tempo, forse tempo senza volti perché nella bellezza ritmata del fiume, la gente si rinnova identica nella gioia e nel sudore, nella gestualità di un lavoro millenario, nel canto e nel pianto ...” Bianca Poli.

"I fiori dello studio Mantero" - 2008

olio a spatola su mediodensità - cm. 80x100


I suoi lavori trovano lusinghieri consensi  di mercato, un affluente pubblico di amatori e collezionisti.
Bianca Poli fino al 2008 ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’estero, ricevendo importanti premi di merito. Sue opere figurano in collezioni pubbliche e private: segnaliamo la presenza presso l’Accademia d’Arte di Montecatini Terme (PT) e presso il Museo d’Arte Moderna di Miami in Florida.
 

"17 Febbraio 2006" - 2006

olio a spatola su mediodensità - cm 60x80

 
Dal 1945 al 1959 Bianca Poli vive a Bologna dove frequenta gli studi della facoltà di Economia e Commercio.
Nel 1960 si trasferisce ad Adria (RO) maturando la sua vocazione artistica.
Frequenta lo studio del prof. Sergio Vellani e nel 1968 debutta alla Galleria d’Arte internazionale di Firenze, con il prezioso sostegno del prof. Gastone Breddo.
Nel 1980 affianca la sua attività pittorica a quella dell’artigianato artistico ispirato all’antica tradizione delle botteghe d’arte: nasce così la ‘Bottega Bianca’. Le sue opere sono firmate con il suo cognome d’origine Poli. Attratta e stimolata dall'attrazione naturale verso il recupero di tutto ciò che è sotto i nostri occhi quotidianamente, lavora, rivitalizza, ripropone oggetti comuni nobilitandoli con pennellate di colore, associando il legno alla creta, modificando la funzione iniziale sempre nel rispetto della forma originaria. 
 
PRESENTAZIONE DI IVO PRANDIN 
'LA BOTTEGA BIANCA'
"... La 'Bottega Bianca' è anch'essa un risultato d'amore, e sta perfettamente e onorevolmente in equilibrio fra presente e passato e futuro, nella scia di quella 'civiltà delle bottega' d'arte che ha in Italia una tradizione dorata. L'estro, l'immaginazione di Bianca Poli, mai soddisfatta né saziata dai risultati raggiunti, danno al suo lavoro - fra l'altro la bottega è tutta femminile - un connotato di febbrile inventiva che giostra gioiosa fra decorazione liberty e kitsch, fra neccessario e superfluo all'insegna di un gusto stratificato, privo di tabù ma fedelisso ad una scelta. ..."
Ivo Prandin 

Bottega Bianca
 
"L'origine si colora" - 2006 

olio a spatola su mediodensità - cm 60x80
 

Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 Mostre Artisti Italiani | Creative Studio