Archivio dell'Arte Italiana
Archivio dell'Arte Italiana

  • Colombo Sergio

  • Rosy .

  • Buso Luigi

  • Braga Roberto

  • Barbierato Guido In Arte Gidbo

  • Crescini Marco

  • Frigerio Giancarlo

  • Cestaro Renato

  • Fugazza Arianna

  • Da Re Patrizia .

  • Soncini Giovanni

  • Salmi Mara

  • Hintalan Carmen - Corrente Artistica Espressionismo -

  • Biolcati Renato

  • Pinosio Corrado

  • Battistin Alessandro

  • Perin Graziella

  • Gentilini Antonio

  • Arestìa C.

  • Ciccarelli Nunzia

  • Menozzi Patrizia

  • Castellani Claudio

  • Asnaghi Gianpietro

  • Oggioni Guido

  • Capano Cristina

  • Dalla Liliana

  • Boldrini Roberto

  • Battarra Licia

  • Barbierato Guido In Arte Gidbo

  • Arianna (Toma)
Artisti dalla A alla Z
Artisti per Categoria
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • Giorgio Mascìa è grande ritrattista, un vero maestro nel donare, ricercare ed affrontare espressività complesse ai suoi personaggi. Le opere presentano un'espressività disarmante, l'artista Mascìa realizza un'arte pittorica di grande fascino e del tutto contemporanea.

  • L’arte pittorica è la grande passione di Guido Oggioni che pratica attraverso la continua sperimentazione di materiali e mediante uno studio accurato sulla colorazione, sviluppando tonalità ed effetti luminosi di notevole caratura artistica.

  • Cusin crea un rapporto profondo tra pittura e umanità, è verista e descrittivo. La sua attività artistica è passata per varie tappe e anche per diverse tecniche pittoriche.

  • L’artista persegue il genere figurativo naïf, una corrente che nasce da una spontanea e creatività popolare ma che nelle opere di Bianchini raggiunge un valore estetico raffinato ed un descrittivismo che si concentra su determinati particolari.

  • BUDAPEST - PRIMA BIENNALE - 2020 L'opera "Pesciolino d'oro" e il fantarealismo dell'artista CRisalidi premiati a Budapest. La pittrice trevigiana premiata alla prima Biennale d'arte italiana in corso a Budapest con l'opera "Pesciolino d'oro", nell'anno 2020 sarà esposta a New York per una nuova esposizione internazionale.


Tutte le novità sul mondo dell'Arte

Pittore | Palagiano Cosimo

Palagiano Cosimo nasce a Taranto nel 1947 opera in Veneto nella specifica di Corrente astratta Corrente informale .

Per Informazioni: cosimo.palagiano@virgilio.it
Stampa: Genera PDF per la stampa

Le opere di Palagiano Cosimo

Fusione di Palagiano Cosimo
Riflessi di Palagiano Cosimo
... Direzione di Palagiano Cosimo
Nello spazio di Palagiano Cosimo
Ultimo pianeta di Palagiano Cosimo
Torri gemelle di Palagiano Cosimo
Biografia
|
Critiche
|
Mostre
|
Informazioni
Cosimo Palagiano vive ed opera a Treviso. Sin dalla giovinezza rivolge i suoi interessi all’ambito artistico dedicandosi in particolar modo alla poesia ed all’espressione figurativa, interessi questi che troveranno più compiuta espressione negli anni a venire, rivelando poi nella forma pittorica il campo d’indagine d’elezione.
Intraprende la carriera militare diventando quindi sottufficiale della scuola militare della marina. Palagiano, nel 1969, viene trasferito nella città di Venezia, dove, sin da subito, si iscrive alla Scuola Libera del nudo presso l’Accademia di Belle Arti riuscendo così a plasmare in maniera più compiuta gli interessi che avevano segnato gli anni della prima formazione. Nell’ambiente veneziano scopre la sua personale sensibilità artistica iniziando il suo percorso di studio partendo dalla figura umana. Nel proseguo, il rapporto dell’artista con il segno grafico muta e matura liberandosi in misura sempre maggiore del fardello rappresentativo, lasciando così spazio ad un'accentuata predilezione per un gusto coloristico caratterizzato da un acceso cromatismo che diverrà nella sua ricerca una nota costante. L’incontro con il maestro Emilio Vedova nel 1970 porta l'artista ad un confronto con nuovi stimoli e suggestioni. Sarà quindi il contatto diretto con la pittura informale a segnare la via verso una pittura maggiormente introspettiva influenzando il percorso che caratterizzerà alcune fra le sue scelte successive.
In seguito per motivi di lavoro si trasferisce nel 1971 a Treviso, portando con sé dal periodo precedente la fascinazione data dai colori e dalle luci della Laguna, trovando in essi stimoli che lo indirizzeranno prima verso lo studio del Vedutismo veneto e poi dell’Impressionismo francese. A partire dal 2005, la sua produzione inizia a prendere corpo con grande spontaneità ed entusiasmo; dalla rappresentazione accademica della copia dal vero della modella, la sua ricerca si evolve verso una rappresentazione che è ricordo ed evocazione espressa in forte gestualità. 
Le opere di Cosimo Palagiano sono esposte in Italia e all’estero, si aggiudicano diverse segnalazioni e lusinghieri apprezzamenti dalla critica e dalla stampa. Sue opere fanno parte di collezioni private. L'artista collabora con Gallerie italiane e straniere.
 

"Eclisse" - 2011

mista su tela - cm 100x100

Guarda il video delle opere dell'artista Cosimo Palagiano su youtube.


Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 - Privacy policy & cookie law | Creative Studio