Archivio dell'Arte Italiana
Archivio dell'Arte Italiana

  • Freguglia Ledia

  • Di Lascio Carla

  • Dall'Omo Antonio

  • Rosy (Rosanna Andreoli)

  • Boldrini Roberto

  • Gandini Sergio

  • Gallo Claudio

  • Varese Renato

  • Giromel Sergio

  • Petteni Tullio

  • Lupo Tina

  • Righi Lidia

  • Graziani Bruno

  • Menditto Vittorio

  • Maddalosso Silvana

  • Zangirolami Carluccio

  • Savoia Rodolfo

  • Ferriani Nora

  • Lionello Nadia

  • Pasini Marco

  • De Giovanni Giusy

  • Alberghini Umberto

  • Battistin Alessandro

  • Petteni Tullio

  • Rossi Maria Pia

  • Liè .

  • Menditto Vittorio

  • Ghelli Clara

  • Fez .

  • Vian Giuseppe
Artisti dalla A alla Z
Artisti per Categoria
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • Giorgio Mascìa è grande ritrattista, un vero maestro nel donare, ricercare ed affrontare espressività complesse ai suoi personaggi. Le opere presentano un'espressività disarmante, l'artista Mascìa realizza un'arte pittorica di grande fascino e del tutto contemporanea.

  • L’arte pittorica è la grande passione di Guido Oggioni che pratica attraverso la continua sperimentazione di materiali e mediante uno studio accurato sulla colorazione, sviluppando tonalità ed effetti luminosi di notevole caratura artistica.

  • Cusin crea un rapporto profondo tra pittura e umanità, è verista e descrittivo. La sua attività artistica è passata per varie tappe e anche per diverse tecniche pittoriche.

  • L’artista persegue il genere figurativo naïf, una corrente che nasce da una spontanea e creatività popolare ma che nelle opere di Bianchini raggiunge un valore estetico raffinato ed un descrittivismo che si concentra su determinati particolari.

  • BUDAPEST - PRIMA BIENNALE - 2020 L'opera "Pesciolino d'oro" e il fantarealismo dell'artista CRisalidi premiati a Budapest. La pittrice trevigiana premiata alla prima Biennale d'arte italiana in corso a Budapest con l'opera "Pesciolino d'oro", nell'anno 2020 sarà esposta a New York per una nuova esposizione internazionale.


Tutte le novità sul mondo dell'Arte

Pittore | Zin Alfio

Zin Alfio nasce a Campagna Lupia (Venezia) nel 1940 scomparso nel 2020 ha operato in Veneto nella specifica di Corrente figurativa .

Stampa: Genera PDF per la stampa

Le opere di Zin Alfio

Trebbiatura anni '50 di Zin Alfio
Bocche consorziali di fronte alla Stella  di Zin Alfio
Idrovora di Lova “interno officina”  di Zin Alfio
Bocche consorziali e demaniali Lova  di Zin Alfio
Ballo popolare della festa paesana  di Zin Alfio
Gara delle barche (sagra di Lova)  di Zin Alfio
Biografia
|
Critiche
|
Mostre
|
Informazioni
Alfio Zin pittore autodidatta, viveva a Lova di Campagna Lupia (Venezia), mancato il 05 marzo 2020.

Mancato il pittore Alfio Zin, il ristoratore della Riviera amante dell'arte
NORDEST > VENEZIA
Venerdì 6 Marzo 2020 di Alda Vanzan - © RIPRODUZIONE RISERVATA - leggi l'articolo.


  

 
Gestiva, insieme alla famiglia, un’antica trattoria "Alla Stella" conosciuta per le sue particolari prelibatezze; ristorante tra i più rinomati dove si possono anche visionare le opere di Alfio Zin, questo luogo elegante e piacevole diventa una sorta di atelier dell'artista.
Alfio Zin ha esposto le sue opere in concorsi nazionali ed internazionali, mostre personali e collettive in Italia e all’estero, riceve apprezzamenti dalla critica, dalla stampa e da un pubblico internazionale per la sua singolare tecnica pittorica e per la scelta dei suoi soggetti paesaggistici, rurali e quotidiani.


"Rustico veneto" - collezione privata

olio su tela - cm 60x120



INTRODUZIONE ALL'ARTE DI ALFIO ZIN


L’artista si diletta ad immortalare scene di vita che richiamano alla memoria tradizioni popolari passate, contadine e urbane; attraverso l’arte pittorica, Alfio Zin, impreziosisce la sua tela con minuziosi particolari curati con meticolosa cura nel colore spontaneo e negli effetti luminosi equilibrati. 
Alfio Zin è pittore di paesaggi terreni e marini, di composizioni figurative suggestive e di grande fascino. La sua attenzione si sofferma verso situazioni sociali del passato che evidenziano il lavoro dei contadini o degli abitanti di posti specifici che praticano le loro attività quotidiane. La missione dell’artista Zin è la ricerca di abitudini passate che si sviluppano attraverso la costruzione di architetture, casolari e paesaggi circondati da notevoli atmosfere.
 

 

Recensione pubblicata su il Corriere del Veneto scritta da Fabio Bozzato
L’AQUA GRANDA
«Entrammo nella trattoria in barca»
Alfio Zin della trattoria «Alla Stella» ricorda quei giorni

VENEZIA " - «Quel 4 novembre 1966 stavamo festeggiando la chiusura annuale della casa peota. Come ogni anno un centinaio di persone passava la giornata qui in trattoria dall’ora di pranzo fino a sera. Soffiava un gran vento di scirocco, pioveva da giorni. Ma mai avremmo pensato che potesse succedere una cosa simile». Alfio Zin, detto Berto, all’epoca aveva 26 anni. Oggi è un signore che ha più di 70 anni, conosciuto da tutti per i suoi quadri, uno di quei pittori che ha ritratto centinaia di volte queste campagne, i casoni, le sagre, la gente del posto. Lova di Campagna Lupia, un angolo della strada Romea e di fronte le valli che si estendono fino all’orizzonte. Qui cinquant’anni fa l’alluvione ha sommerso tutto. «Si sentiva solo il rumore sordo dell’acqua e il continuo lamento degli animali». ..."
04 novembre 2016
«Entrammo nella trattoria in barca»
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabio Bozzato
 

Guarda il video delle opere di Alfio Zin su youtube.
 

Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 - Privacy policy & cookie law | Creative Studio