Archivio dell'Arte Italiana
Archivio dell'Arte Italiana

  • Rech M.

  • Masciangelo Fabio

  • Savoia Rodolfo

  • Gian Reverberi

  • Menditto Vittorio

  • Chicchi .

  • Bonezzi Sonia

  • Barbati Umberto

  • Zuin Sonia

  • Salsi Maura

  • Li Gotti Annamaria

  • Perin Graziella

  • Fusari Luciana

  • Capocasa Martina

  • Vanzan Giada

  • Tanduo Simone

  • Brandoli Mariangela

  • Malfermoni Lia

  • Romanin Sabina

  • Algisi MariaGrazia

  • Tonyz A.

  • Iaccarino Elvira

  • Iaccarino Elvira

  • Fez .

  • Napolitano Annamaria

  • Zacchi Francesco

  • Zanatta Pierantonio

  • Santi Arduina

  • Ferri Anna

  • Cais Maria Nives
Artisti dalla A alla Z
Artisti per Categoria
News e Mostre dell'Arte Italiana
  • AMI L'ARTE? SEGUICI ... CONOSCERAI GRANDI ARTISTI.

  • Gli artisti dell'Archivio Monografico dell'Arte Italiana collaborano con il progetto NONFINISCONOLEFAVOLE.

  • L’artista ANTEA PIRONDINI rappresenta l’Inferno dantesco. Artista che prossimamente sarà presente nell’Archivio Monografico dell’Arte Italiana con le sue opere.

  • NICOLETTA BELLETTI artista originale, elabora e sperimenta una tecnica personale in cui la materia è parte sostanziale, e qualificante, delle sue opere. https://www.bellettinicoletta.it SHOW-ROOM Via Farini 63/a 43121 PARMA – ITALY

  • CARLO FERRARI - L'ultimo ghiaccio. Pittore e poeta. Artista conosciuto per i suoi GHIACCI. Iceberg e paesaggi polari s trasformano in OPERE D'ARTE.


Tutte le novità sul mondo dell'Arte

Mostre Internazionali

L'Archivio dell'Arte Italiana, in questa sezione informa il pubblico sui principali eventi che si svolgono in Italia e all'estero-settore arte: mostre personali - collettive - vernissage - Grandi nomi dell'arte - Mostre Personali e Collettive - Pittori Famosi - Manifestazioni - Eventi - Collezioni.
 

GIORNATA DEL CONTEMPORANEO | ITALIAN CONTEMPORARY ART
esce ancora una volta dai confini del nostro Pease:
grazie alla collaborazione con MiBACT e MAECI
si rafforza la rete di cooperazione con tutte quelle realtà istituzionali
che divulgano e sostengono l’arte contemporanea italiana all’estero

IMMAGINE GUIDA DI QUESTA EDIZIONE
I PROGETTI DIGITALI DI 20 ARTISTI PRESENTATI DAI MUSEI AMACI:
UN’IDENTITà PLURALE PER SOTTOLINEARE IL SENSO DI COMMUNITY

Già più di 500 realtà hanno aderito alla campagna di comunicazione
che il 5 dicembre verrà lanciata con l’hashtag #giornatadelcontemporaneo

dal 05 all’11 dicembre 2020 tutte le attività e gli aderenti
saranno visibili alla pagina


MUSEOCITY - CONNESSIONI CULTURALI
Dal 24 novembre fino al 15 dicembre 2020, ogni martedì alle ore 21.00
CONNESSIONI CULTURALI presenta approfondimenti su opere dalle collezioni museali milanesi, visite virtuali a luoghi o monumenti al momento non accessibili, passeggiate insolite e percorsi d'arte fuori dagli itinerari ordinari. CONNESSIONI CULTURALI nasce da un'idea di Milanoguida durante il lockdown della primavera del 2020 a sostegno del lavoro delle guide turistiche abilitate, per continuare a divulgare la conoscenza dell'arte e del territorio anche in un momento in cui non è stato possibile farlo in presenza.

Sito web Museocity - online -  dal 24 Novembre 2020 al 15 Dicembre 2020 ogni martedì alle ore 21.00
PROGRAMMA:
Il Quarto Stato - La Sala delle Asse - La Milano scomparsa - Dialoghi tra arte e architettura milanese 1930.

ENTI PROMOTORI: Associazione MuseoCity in collaborazione con Milanoguida
COSTO DEL BIGLIETTO: Per prenotazioni: www.museocity.it/visite-guidate/
SITO UFFICIALE: http://www.museocity.it

MILANO - Piattaforma Zoom - INDIRIZZO: online
SITO UFFICIALE: http://www.chiostrisanteustorgio.it
dal 17 Novembre 2020 al 16 Dicembre 2020
Dopo il successo della mostra dedicata alla fotografa americana Inge Morath, visitata da oltre 17.000 persone, il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano, nel rispetto delle disposizioni ministeriali, chiude al pubblico fino al 3 dicembre.
Il primo appuntamento sarà con L’Adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi della cattedrale di Pozzuoli (NA) che proprio l’anno scorso, di questi tempi, era esposto nelle sale del museo milanese.

- Mercoledì 18 novembre 2020, alle ore 17.30, prosegue il Corso di storia dell’arte La lunga scia della bellezza, a cura di Stefano Zuffi, che si potrà seguire attraverso la piattaforma Zoom.
- Lunedì 23 novembre (iscrizione dal 19 novembre), alle ore 18.00, con Venite, adoriamo…con Giotto e Duccio, a cura di Chiara Brighi e si prosegue mercoledì 2 dicembre (iscrizione dal 26 novembre), alle ore 18.00, con Venite, adoriamo…con Giorgione e Tiziano, a cura di Maria Elisa Le Donne.
- Mercoledì 9 dicembre (iscrizione dal 3 dicembre), alle ore 18.00, spazio a Caravaggio e Correggio. Arianna Piazza analizza come due degli artisti considerati “anticlassici” per eccellenza, impossibili da ricondurre a qualsiasi corrente, che hanno fatto dialogare luce e colore direttamente con le nostre emozioni, abbiano affrontato il tema dell’Adorazione.
- Il ciclo si chiude mercoledì 16 dicembre (iscrizione dal 10 dicembre), alle 18.00, con Arianna Piazza che confronta l’arte di Rubens.


UN PROGETTO TARGATO GUGGENHEIM
L'ARTE CHE RIGENERA. I GIOIELLI DI KANDINSKY DA NEW YORK A BILBAO.
In attesa di un faccia a faccia con le meraviglie dell’Astrattismo, non resta che riviverne le vicende sul sito del Museo Guggenheim di Bilbao: dagli esordi di Kandinsky a Monaco con il movimento d’avanguardia Der Blaue Reiter al periodo trascorso in Francia per sfuggire ai nazisti, che consideravano i suoi dipinti “arte degenerata”.
Più di 150 opere rappresentano oggi il pittore russo nelle raccolte della Guggenheim Foundation di New York, coprendone l’intera carriera. 

In calendario a Bilbao fino al prossimo 23 maggio 2021, Kandinsky è pronto a svelarsi anche online attraverso una selezione di capolavori, storie, curiosità, contributi video di professionisti e studiosi che hanno collaborato all’impresa sfidando la stasi dominante nel mondo delle mostre. 

MOSTRA VIRTUALE
“Voci di Donna”, la Mostra d’arte virtuale contro la violenza sulle Donne
(mi-lorenteggio.com) Milano, 24 novembre 2020 – Nella Giornata internazionale contro la violenza sulla donne, la Community IhaveaVoice, inaugura una mostra d’arte per sensibilizzare su un tema divenuto ormai una drammatica realtà nel nostro Paese.
Dipinti, sculture, fotografie, video, stampe, installazioni e performance interattive: le opere in mostra indagano, con tecniche e linguaggi differenti, l’oggettificazione del corpo femminile, la violenza fisica e psicologica, l’isolamento delle vittime e l’incomunicabilità del dolore.
 

 

MOSTRE PASSATE

BRUXELLES (BELGIO)
Arte e vita secondo Keith Haring (1958/1990), geniale artista degli anni '80. In mstra un centinaio di opere tra dipinti giganteschi, disegni, fotografie e video che raccontano la vita dell'artista e il mondo complesso e trasgressivo della New York anni Ottanta.
Palais des beaux-arts, 06 dicembre 2019/19 aprile 2010.

BREGENZ (AUSTRIA)
Le architetture oniriche di Raphaela Vogel; mondi surreali e città in miniatura
Kunsthaus Bergez, in mostra fino al 06 gennaio 2020.

LONDRA
Gli Autoritratti di Lucian Freud alla Royal Academy of Arts.
Un evento unico ed imperdibile per ammirare dal vivo, tutti insieme e per la prima volta, gli autoritratti di uno dei pittori più geniali e versatili del XX secolo: Lucian Freud. 
Fino al 26 Gennaio 2020 alla Royal Academy of Arts di Londra. 

LONDRA
La Hayward Gallery di Londra presenta al pubblico una nuova e spettacolare retrospettiva dedicata al lavoro dell'acclamata artista britannica Bridget Riley. Fino al 26 Gennaio 2020.
Bridget Louise Riley (1931) è una pittrice inglese, annoverata tra le principali esponenti del movimento artistico dell'Op Art (abbreviazione per Optical Art) corrente che applica rigorosamente le leggi della percezione visiva. 

LONDRA
La mostra Buddhism alla British Library di Londra racconta la storia e l'evoluzione del Buddhismo, dalle origini fino ad oggi. Fino al 23 Febbraio 2020.
I visitatori possono ammirare e conoscere in maniera più approfondita i tesori più rari e preziosi appartenenti alla collezione permanente della British Library che, proprio a causa del proprio valore, non sono spesso visibili né consultabili. Tra le opere esposte ricordiamo antiche pergamene colorate, manufatti realizzati con grande dettaglio (provenienti da antiche biblioteche monastiche) e libri generosamente decorati con preziose e rarissime miniature di immenso valore. La mostra si sviluppa attraverso un percorso espositivo che copre un arco temporale di oltre 2000 anni.

MADRID
200 anni del Museo del Prado.
Nel 2019 si festeggiano i 200 anni del bicentenario entreranno nel vivo il 23, 24 e 25 novembre con tre giornate di porte aperte, a ingresso gratuito. Nella notte di sabato 24 sono previsti fuochi d’artificio e una proiezione di videomapping sulle facciate dello storico edificio progettato da Jean de Villanueva oltre a uno spettacolo a cura del collettivo catalano Las Furas des Baus.
Il Prado è uno dei musei più importanti al mondo: le sue collezioni di pittura e di scultura vantano circa novemila opere, delle quali solo 1.700 esposte e tremila sparse in deposito per tutta la Spagna. 
 
 

 GERMANIA
Nel 2019 si festeggia il centenario del movimento Bauhaus e per l’occasione sono organizzate mostre nelle città tedesche dove ne rimangono le maggiori espressioni: Dessau, Lipsia, Dresda, Chemnitz, tutte in Sassonia. La Bauhaus fu una scuola di architettura, arte e design della Germania ideata da Walter Gropius.
 

 FRANCIA 
LA BIENNALE DE LYON DI ARTE CONTEMPORANEA - anno 2019.
http://www.labiennaledelyon.com/


 GIAPPONE
Apertura al pubblico il 1° ottobre 2017 del Yayoi Kusama Museum, il museo privato nato per iniziativa della Yayoi Kusama Foundation, l'istituzione creata all'inizio di quest'anno per promuovere e tutelare l'arte della grande artista giapponese YAYOI KUSAMA (1929). 
Il Museo nasce come naturale estensione dello spazio espositivo nello studio dell'artista, quartiere di Shinjuku a Tokyo dove la Kusama dipinge e lavora quotidianamente, alternandosi con l'ospedale psichiatrico dove vive, per scelta volontaria, dal 1977. 
Le opere di Kusama sono state in mostra in alcuni dei più importanti musei al mondo e nelle più importanti esposizioni internazionali.
 

 ROMA 
il MACRO - Museo d’Arte Contemporanea Roma
presenta l'installazione all'uncinetto di Horiuchi MacAdam per il progetto Enel Contemporanea.
Curatore della mostra: Francesco Bonami.
L'installazione di MacAdam è visibile al pubblico per tutto il 2014. 
Grande installazione 'site specific Harmonic Motion / Rete dei draghi' che l’artista giapponese Toshiko Horiuchi MacAdam ha realizzato al MACRO - Museo d’Arte Contemporanea Roma, nella sede di via Nizza, per la settima edizione di Enel Contemporanea, fra i più prestigiosi appuntamenti internazionali nel panorama dell’arte contemporanea. 

Per info: +39 06 671070400/ 366 9771351 enelcontemporanea@enelopening.com
 http://enelcontemporanea.enel.com/it/
 
 

 NEW YORK 
 
 
Maggio 2017: è accaduto da Sotheby's, a New York: un untitled del 1982, un dipinto  
 
 
 
di Jean-Michel Basquiat 
 (1960-1988) 
 
 
 
rappresentante un teschio è stato venduto all'asta per 110,5 milioni di dollari, uno dei pezzi più costosi di arte contemporanea mai messo all'asta. L'acquirente è un miliardario giapponese, Yusaku Maezawa.

 

 
Mats Stjernstedt sarà il curatore della mostra del Padiglione Nordico ai Giardini di Castello, che riunisce Finlandia Norvegia e Svezia alla prossima (la 57°) Mostra Internazionale d’Arte della biennale di Venezia nel 2017.
I commissari delle mostre d’arte nel Padiglione Nordico di Venezia – Finlandia, Norvegia e Svezia – hanno concordato le linee guida per la loro collaborazione relativamente alle prossime tre biennali. La mostra nel Padiglione Nordico sarà concepita come un progetto congiunto in cui i tre paesi saranno rappresentati in condizioni di parità.
Come in precedenza, ognuno dei tre paesi esprimerà un commissario responsabile di ognuna delle tre prossime mostre alla biennale d’arte.
 
Stjernstedt è il direttore artistico di Kunstnernes Hus di Oslo dal 2011. Ha curato numerose mostre a livello internazionale nel corso degli anni. Le biennali del 2019 e 2021 saranno affidate rispettivamente a Frame Visual Art Finland per la Finlandia e a Office for Contemporary Art (OCA), Norvegia.
 

 
2016: Il Capolavoro di Orazio Gentileschi (1563-1639) dipinto nel 1621 rappresenta il mito di Danae (olio su tela 161,3 x 226,7); aggiudicato per 30,5 milioni di dollari il 28 gennaio a New York all’asta da Sotheby’s. 


L'anno 2015 ha lasciato segno indelebile alle case d'asta internazionali: 230 opere vendute a prezzi superiori ai 5 milioni di euro - 30 opere hanno raggiunto oltre i 30 milioni di euro. Un anno da record, i protagonisti assoluti: Picasso, Modigliani e Giacometti. Interessanti le performance degli italiani.
Lucian Freud: battuti da Christie's New York due quadri uno a 50,1 milioni di euro ed uno a 32,6 milioni di euro.Peter Doig raggiunge i 23,2 milioni di euro per una tela degli anni '90.

 

 
Giugno 2015 - Il quadro fatto con lo sterco di elefante. L'opera "The Holy Virgin Mary" di Chris Ofili è stata aggiudicata da Christie's Londra a 4,05 milioni di euro.
La storia di "The Holy Virgin Mary", il dipinto dall'artista britannico Chris Ofili che fece molto discutere negli anni Novanta e che ora è in vendita. L'opera è alta circa 2 metri e mezzo e largo poco meno di due metri, realizzato con tecniche miste che spaziano dalla tradizionale pittura a olio, all’utilizzo di brillantini, resine, sterco di elefante e collage di immagini pornografiche.

The Holy Virgin Mary apparteneva a David Walsh, imprenditore australiano, che la acquistò nel 2000. L’opera fu esposta nel 2010 alla Tate Britain di Londra, in occasione di una retrospettiva sul lavoro di Chris Ofili, mentre dal 2011 si trova al Museum of Old and New Art di Hobart, in Tasmania, che appartiene allo stesso David Walsh. Il valore stimato di The Holy Virgin Mary si aggira intorno ai 2,3 milioni di dollari: è dovuto non solo alla storia particolare dell’opera, ma anche alla fama acquisita da Chris Ofili artisticamente e nel mondo delle aste. «Il ricavato della vendita del quadro servirà per ampliare il mio museo, e costruirci un’ala dedicata alle opere di James Turrell, che sono luminose, coinvolgenti e soprattutto provocatorie».
 

 
Un prgramma internazionele: L'Aia.

I 125 anni dalla scomparsa di Vincent Van Gogh
(Zundert, 30 maggio 1853- Auvers-sur-Oise, 29 luglio 1890)
verranno commemorati nel 2015 con un programma culturale dal titolo
«125 anni di ispirazione»:  lo ha annunciato la Fondazione Van Gogh Europe.
 
Nell'arco dell'anno saranno organizzate molte attività in diverse città dell'Olanda, del Belgio, della Francia e dell'Inghilterra, nei luoghi che hanno segnato la vita e l'opera del pittore.

Le manifestazioni si svolgeranno non solo dei musei legati all’opera dell’artista ma anche in una serie di luoghi dove Van Gogh è vissuto e ha lavorato non solo nei Paesi Bassi, anche in Belgio e in Francia.
 

 
LONDRA 
Tate Britain è la Tate Gallery originale
e presenta la più grande collezione d'arte britannica del mondo.

Potete esplorare più di 500 anni di creatività comprendenti artisti britannici famosi che vanno da JMW Turner, Thomas Gainsborough, John Constable, i Pre-Raffaelliti e William Blake a David Hockney, Francis Bacon ed alle opere contemporanee della serie Art Now. Le mostre di questa vasta Collezione sono gratuite e sono integrate durante tutto l'anno da mostre speciali collegate all'arte britannica.
 
Opera di Francis Bacon 'L'autoritratto'
 
Tate Britain - Millbank - London, SW1P 4RG - Linea con informazioni registrate: +44 (0) 20 7887 8888 - Minicom: +44 (0) 20 7887 8687 - E-mail: information.desk@tate.org.uk
Entrata libera alla Collezione. Ingresso a pagamento alle mostre principali.
Tutti i giorni: 10.00-17.50. Aperta fino alle 21.00 il primo venerdì del mese. Chiusa il 24, 25, 26 dicembre.
 

 
BRUXELLES (BELGIO)

A Bruxelles un museo dedicato a Magritte



René François Ghislain Magritte (21 November 1898 – 15 August 1967) artista surrealista belga.
è diventato famoso per una serie di immagini argute e stimolanti.
 
250 opere per 2500 metri quadri, compresi celebri capolavori come l’empire des lumiere, presentate in due versioni, Le Jouer secret, Le retour, L’Ile aux trésors e La recherche de la vérité. Sono il patrimonio esposto al Museée Magritte di Bruxelles (Rue de la Régence 3 tel. 00322-5083211).
Nella capitale belga si possono visitare anche la casa dove visse l’artista e i luoghi da lui frequentati, come la taverna La fleur en papier doré, che è ora un centro culturale dedicato a Magritte, grande maestro belga. 

Archivio Arte Italiana Vernissage - Pittori Emergenti - PI: 02898650136 - Privacy policy & cookie law | Creative Studio